Latina, operazione Bellavista: il Riesame annulla per Cambria

Latina, operazione Bellavista: il Riesame annulla per Cambria

I giudici del Tribunale del Riesame di Roma hanno annullato l’ordinanza di custodia cautelare per Giovanni Cambria, indagato e finito in carcere nell’operazione Bellavista perchè secondo l’accusa è ritenuto l’autore dell’esplosione della Lancia Y di Marco Costanzo, finito in carcere anche  lui nell’ambito della stessa operazione ma per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.  L’episodio era avvenuto il 14 marzo del 2019 a Latina e le indagini della polizia si erano concentrate proprio su Cambria. Nei giorni scorsi gli avvocati Laura Bove e Fabrizio Tomei che assistono il 58enne originario della Sicilia e residente a Latina, avevano impugnato il provvedimento restrittivo presentando ricorso al Riesame e i giudici si sono pronunciati, accogliendo la prospettazione della difesa e annullando il provvedimento, scarcerando Cambria se non detenuto per altra causa. L’uomo si trova agli arresti domiciliari per l’agguato avvenuto nel giugno del 2019 a Latina all’indirizzo di Nazzareno Di Giorgio e per questo episodio è stato rinviato a giudizio in un altro procedimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *