Manutenzione “senza regole” sul lungomare, scoppia la polemica

Manutenzione “senza regole” sul lungomare,  scoppia la polemica

I”nterventi di ABC sulla Marina: lavoratori con i propri mezzi, è legale?” E’ questa la domanda che pone il portavoce comunale Fratelli d’Italia Latina Gianluca Di Cocco. 

“Sono iniziati nei giorni scorsi gli interventi -e la pulizia da parte di ABC sulla Marina di Latina. Gli operatori, già dalle prime ore della mattina, hanno cominciato a lavorare lungo la costa, ma qualcosa non quadra: perché la blasonata ABC invia dipendenti con relativa attrezzatura per pulizia o potatura delle piante, con i propri mezzi privati, addirittura anche senza l’esenzione per pagare il parcheggio?
La legge è chiara: per concedere agli operatori l’utilizzo delle loro auto personali per finalità lavorative è necessario stipulare un’apposita assicurazione, come imposto dal D.P.R. n. 43/1990.
In caso di danni, solo una copertura assicurativa stipulata ad hoc garantisce il risarcimento degli stessi.

L’auto inoltre deve essere di proprietà del dipendente o del coniuge (in regime di comunione dei beni) con il quale vi sia un contratto di comodato d’uso.
Ci domandiamo: nel rispetto della legalità, queste polizze sono state stipulate? Si sta garantendo il rispetto delle leggi? Già nel 2019, ABC si era resa protagonista di poca sensibilità verso il personale e la sicurezza dei lavoratori. Ricordiamo le carenze già segnalate: le condizioni igienico sanitarie dei mezzi, le norme antincendio non rispettate, gli spogliatoi fatiscenti, la mancanza di fornitura delle divise estive ai dipendenti, costretti a lavorare sotto temperature torride con le tute invernali. Saremo curiosi di capire comunque, come sia possibile che ABC non abbia in dotazione mezzi idonei per garantire il trasporto dei propri collaboratori.

Sorvoliamo poi, sullo stato di degrado dei cassonetti e sulla pessima raccolta dei rifiuti differenziati, che a prescindere dai problemi economici che comporta e comporterà alle casse comunali e conseguentemente alle tasche dei cittadini, produce uno stato di degrado e problemi sanitari alquanto allarmanti.
Sono mesi che ci prodighiamo nel far presente che si è in ritardo sugli interventi in vista della stagione estiva (a prescindere dal Covid19 che non ne comprometteva la programmazione). Tralasciamo le passerelle dissestate, la mancanza di opere di manutenzione di piazzale dei Navigatori, il ripascimento di cui non si è vista l’ombra, idem per i bandi dei parcheggi privati, sul lato B, vale a dire Capo Portiere – Rio Martino ad oggi non sono stati consegnati neanche i cassonetti per la raccolta. Il risultato è che ci troviamo immondizia accatasta a terra, pur avendo i chioschi già dato inizio all’attività da qualche settimana e con le persone che da 14 giorni si stanno riversando in spiaggia. Ormai sfugge solo agli sciocchi e a chi non vuole vedere la realtà: il fiore all’occhiello dell’amministrazione LBC, ABC, non funziona, dal punto di vista economico, amministrativo e pratico”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *