Rating Pubblico, il capoluogo pontino è primo nel Lazio

Rating Pubblico, il capoluogo pontino è primo nel Lazio

Latina è il primo Comune capoluogo di provincia del Lazio per rating pubblico. Ad affermarlo è l’ultimo report di “Fondazione Etica”, che fa riferimento all’indice di misurazione comparata delle Amministrazioni Pubbliche nel corso di tutto il 2019. Si tratta nello specifico di un indice creato sulla base degli obblighi di trasparenza introdotti dal cosiddetto decreto trasparenza e dalla legge anticorruzione del 2012 e lo scopo del report è valutare e comparare trasparenza, integrità ed efficienza delle PA.

Nel 2019 l’analisi ha riguardato i 111 Comuni capoluogo di provincia – spiega il Comune in una nota – e Latina fa parte del macro gruppo delle Amministrazioni “promosse” con un risultato positivo rientrando tra quelle con una classe di rating “Satisfactory”. Il Comune di Latina è l’unico del Lazio in questa fascia, gli altri capoluoghi sono infatti distanziati e posizionati in fasce inferiori. Nello specifico, Latina si colloca al 56esimo posto su 111 con punteggio pressoché uguale ad Arezzo, Lucca e Bergamo. Il rating pubblico, spiega la Fondazione Etica nel suo studio, analizza sei aree relative alla capacità amministrativa delle PA: Bilancio, Governance, Gestione del personale, Servizi e rapporto con i cittadini, Appalti e rapporto con i fornitori, Ambiente. Latina ha ottenuto i risultati migliori nelle aree Bilancio e Gestione del Personale: per entrambe si trova nella classe di rating “Good”. Nella Gestione del Personale, in particolare, il Comune di Latina ha raggiunto un brillante 10° posto su 109 (due Comuni sono mancanti in questa classifica).

 «C’è grande soddisfazione per questo riconoscimento che premia il lavoro difficile e a volte nascosto della nostra esperienza, sia quello dell’indirizzo politico delle scelte che quello della direzione professionale e competente della struttura – dichiara l’assessore al Personale e Vice Sindaco, Maria Paola Briganti – Questa consapevolezza va condivisa con i cittadini e con i dipendenti che sanno bene da quale punto di partenza nel 2016 ci siamo avviati verso questo risultato. Non è ancora tutto risolto ma sappiamo, e questo riconoscimento lo dimostra, che il metodo è eccellente e sarà vincente anche negli altri ambiti che ancora rappresentano la nostra sfida quotidiana».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *